Allattamento artificiale


Con il termine “allattamento artificiale” si intende la somministrazione al neonato, mediante biberon, di latte, generalmente in polvere e non, e solo il pediatra può valutare quale sia più adatto al neonato. Tale tipo di allattamento è adottato quando la madre non può (mancanza di latte – agalattia e ipogalattia – motivi di salute o di lavoro…) o, più raramente, non vuole allattare. Nei casi in cui il latte materno sia insufficiente, si può ricorrere all’allattamento misto, in cui cioè si alternano poppate materne con pasti “artificiali” o si completa con un po’ di latte artificiale ogni poppata insufficiente.