Displasia dell’anca


La displasia dell’anca è un difetto dell’articolazione dell’anca, per cui la testa del femore non risulta fissata saldamente nella cavità del bacino. Può dipendere dalla posizione che il bambino assumeva nell’utero (in particolare nei bambini che nascono con parto podalico), oppure dalla predisposizione familiare. La diagnosi oggi viene fatta precocemente, già al momento della nascita, con i controlli che vengono effettuati sul bambino o nei primi mesi di vita, mediante l’ecografia delle anche. Solitamente per correggere questo difetto viene usato un divaricatore (morbido oppure rigido) che aiuta le anche a restare aperte, permettendo comunque alle gambe di muoversi. Il difetto si risolve completamente nella quasi totalità dei casi.