Dieci consigli per smettere di fumare in gravidanza


1) Focalizza la motivazione.
Se hai deciso di smettere di fumare in gravidanza la motivazione è chiara: vuoi regalare al tuo bambino una probabilità più elevata di nascere sano. Per aiutarti a mantenere sempre presente questa motivazione puoi tenere con te un’immagine dell’ecografia (o in alternativa la foto di un neonato): mettila in borsa, attaccala sul frigorifero e usala come salvaschermo del computer.

2) Stabilisci una data.
Stabilisci con precisione una data (non troppo lontana nel tempo) in cui smettere di fumare. Per quel giorno programma delle attività divertenti che possano distrarti, meglio se in luoghi in cui è proibito fumare.

3) Fa’ pulizia.
Butta via tutti i tuoi accendini, portacenere e sigarette. Pulisci con cura tutto ciò che ha odore di fumo (ad esempio le tende di casa o l’interno dell’automobile).

4) Rendi partecipe chi ti sta vicino.
Informa la tua famiglia, i tuoi amici e i tuoi colleghi del fatto che hai deciso di smettere di fumare.

5) Rilassati.
Se fumi soprattutto per allentare la tensione, impara a fronteggiare lo stress in modo diverso: puoi provare con qualche esercizio di ginnastica, un massaggio, una passeggiata o una musica rilassante.

6) Individua i momenti a rischio.
Cerca di capire quali sono i luoghi e i momenti della giornata in cui sei maggiormente a rischio di avere ricadute: esserne consapevole ti consente di poter ideare in anticipo qualche strategia per contrastare la voglia di fumare. Se fumi soprattutto per abitudine, evita di frequentare gli ambienti in cui fumi di solito. Se ti rendi conto di associare il fumo a un pasto (ad esempio la colazione o la pausa caffè di metà mattina), cerca di variare le condizioni in cui consumi quel pasto: cambia cibo o bevanda (ad esempio prendi un cappuccino invece di un caffè) e/o cambia luogo (ad esempio se fumi a colazione ma non fumi mai a letto, prova a fare colazione a letto).

7) Cerca una distrazione.
Quando ti viene voglia di fumare cerca di distrarti. Può essere utile ad esempio bere un po’ d’acqua, fare alcuni respiri profondi, scarabocchiare, fare le parole crociate o qualche gioco solitario al computer, controllare la posta elettronica.

8) Riprova.
La nicotina crea una forte dipendenza, perciò, se ti trovi nuovamente con una sigaretta in mano, non abbatterti: può succedere. Non colpevolizzarti e pensa invece con orgoglio a tutte le sigarette che sei riuscita a non fumare fino a quel momento. Poi spegni la sigaretta e riprendi il tuo programma antifumo.

9) Cerca sostegno.
Smettere di fumare può essere molto difficile e a volte sono necessari vari tentativi per riuscirvi. Le probabilità di successo possono aumentare se è presente un sostegno specifico: accetta l’idea di farti aiutare e cerca il centro antifumo più vicino a te.

10) Va’ in rete.
Visita il sito del programma nazionale di counselling ostetrico antitabagico Mamme libere dal fumo.

Fonte: Tiscali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *