La tutela della lavoratrice in gravidanza e dopo il parto


Sia la gravidanza che la maternità sono dei momenti molto delicati nella vita di una donna, soprattutto se è una lavoratrice e se la situazione lavorativa può mettere a rischio la salute sua e del piccolo.
Per la tutela della donna incinta e lavoratrice è bene conoscere il D.Lgs. n. 151/2001, testo unico a tutela della maternità e paternità, un decreto che tutela lavoratrici e lavoratori nel periodo della maternità e paternità, e disciplina i congedi, i permessi e i riposi relativi a quel periodo.

Per far conoscere questa normativa e tutto ciò che la riguarda è stato creato un manuale: “La salute e sicurezza della lavoratrice in gravidanza e dopo il parto. Le tutele per i genitori lavoratori”.
In questo manuale vengono riportate le più importanti norme che tutelano la donna lavoratrice in stato di gravidanza, e successivamente al parto, i punti più importanti sono quelli che riguardano l’astensione dal lavoro, i lavori “vietati, i la valutazione dei rischi lavorativi.

La tutela delle lavoratrici si applica in particolare durante il periodo di gravidanza e fino a sette mesi di età del figlio, anche nel caso di adozione o affidamento.
E’ importante che la lavoratrice presenti il certificato medico che attesti il suo stato, già da subito, in modo che partano le tutele contro il licenziamento( tranne nel caso di contratti a tempo determinato, dove fa fede la scadenza del contratto) e l’obbligo per il datore di lavoro di attuare le misure di protezione e prevenzione della gravidanza.
Per quello che riguarda l’astensione dal lavoro è bene sapere che non si può svolgere attività lavorativa nei 2 mesi precedenti alla data presunta del parto e nei 3 mesi successivi al parto.
Ma è possibile astenersi anticipatamente dal momento in cui la lavoratrice svolge un lavoro di quelli che rientrano nella fascia dei “ vietati “ e non è possibile cambiarle mansione.
E infatti necessario che il datore di lavoro, venuto a conoscenza (attraverso il certificato medico del ginecologo) dello stato interessante, si impegni in una valutazione dei rischi, e che provveda, nel caso di pericolo per il neonato, a cambiare di mansione alla lavoratrice.
Nel caso in cui la nuova mansione sia di grado o livello inferiore alla precedente lo stipendio resterà comunque invariato.

I lavori “vietati” in gravidanza sono i seguenti:

  • lavori per cui bisogna stare inpiedi per più di metà dell’orario o che obbligano ad una posizione affaticante e scomoda (es. commesse, addette alla ristorazione, ecc)
  • lavori su scale e impalcature mobili
  • lavori con obbligo di sorveglianza sanitaria (rumorosi o con agenti chimici)
  • lavori manuali di carico e spostamenti merci che comportano sforzi fisici ( es. magazzini )
  • lavori con macchina mossa a pedale quando il ritmo sia frequente ed esiga sforzo
  • lavoro notturno
  • lavori che sottopongono a temperature troppo alte( forni ecc..) o troppo basse ( celle frigorifere ecc..)
  • lavori nei quali si utilizzano macchinari che trasmettono vibrazioni intense
  • lavori su qualsiasi tipo di mezzo in moto ( aereo, pullman, treni navi ecc..)

Nello specifico per gli orari notturni è bene sapere che Innanzitutto c’è il divieto assoluto di far lavorare gestanti e madri dalle ore 24 alle ore 6, dall’accertamento dello stato di gravidanza fino ad un anno di età del bambino”.
Inoltre non sono obbligati al lavoro notturno, su loro richiesta:

  • la lavoratrice madre di un figlio di età inferiore a tre anni o, in alternativa, il lavoratore padre convivente con la stessa;
  • la lavoratrice o il lavoratore che sia l’unico genitore affidatario di un figlio convivente di età inferiore a dodici anni;
  • la lavoratrice o il lavoratore che abbia a proprio carico un soggetto disabile.

Queste norme per la tutela valgono con qualsiasi tipo di contratto di lavoro.

Segreteria Nazionale UILTUCS, Patronato ITAL UIL, Guida_pratica_salute_sicurezza_lavoratrice.

Fonte: cervelliamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *