Troppo rischioso partorire in casa


Le donne non hanno ‘diritto’ di scegliere di partorire in casa perche’ in questo modo rischiano la salute dei loro bambini. Almeno questo e’ quanto ha riportato ‘The Lancet’ a poche settimane dalla pubblicazione di uno studio sull”American Journal of Obstetrics and Gynaecology’ secondo cui partorire in casa triplica il rischio di morire per i neonati.

Lo studio ha rilevato che i bambini nati in casa hanno molte piu’ probabilita’ di morire per problemi cardiaci e respiratori probabilmente perche’, a differenza di quanto avviene in ospedale, non sono adeguatamente monitorati o trattati tempestivamente in caso di emergenza. La ricerca ha analizzato 549.607 nascite e ha trovato che il tasso medio di mortalita’ dei bambini nati in ospedale e’ pari a 0,3 ogni 1.000 contro il tasso di uno ogni 1000 nati per i bambini partoriti in casa.

“Le donne hanno il diritto di scegliere come e dove partorire – ha scritto ‘The Lancet’ – ma non hanno il diritto di mettere a rischio la vita del loro bambino”. Secondo la rivista, partorire in casa puo’ essere un’opzione per le mamme con una gravidanza non complicata, a condizione che siano informate dei rischi connessi e che possano disporre di un’adeguata assistenza ostetrica con competenze in rianimazione accreditata da parte di un ente locale di regolamentazione. Secondo The Lancet, “partorire in ospedale dovrebbe essere il metodo preferito, anche se non e’ senza rischi”.

Fonte: AGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *