Vivere bene la gravidanza, i segreti per sentirsi belle


Una futura mamma deve sentirsi bella e per farlo deve iniziare la gravidanza al massimo della forma fisica. Il corpo subisce dei cambiamenti durante i nove mesi di gestazione, perciò è necessario cominciare a prepararsi prima. Bisogna avere il peso giusto, adottare un’alimentazione corretta, tagliare e tingere i capelli e fare un po’ di moto, così da essere tonici e allenati per accogliere al meglio il nascituro.

“Il segreto per una buona gravidanza è partire con il fisico giusto – spiega la professoressa Alessandra Graziottin, direttore del Centro di ginecologia e sessuologia medica del San Raffaele Resnati di Milano – questo giova molto alla futura mamma che, oltre a sentirsi più bella, riduce al minimo il rischio di patologie come il diabete gestazionale e l’ipertensione”. Ma, oltre ad uno stile di vita sano, bisogna preoccuparsi della pelle, della muscolatura, delle ossa e di un adeguato riposo. E se il pancione arriva d’estate serve relax, mare e un po’ di sole.

Esami da fare prima della gravidanza
“La prima cosa da fare – suggerisce la Graziottin – è chiedere al proprio medico di fare alcuni esami per escludere o riconoscere in tempo le principali malattie che possono danneggiare il bambino: rosolia, toxoplasmosi, epatite, infezioni da cytomegalovirus o da herpes virus, sifilide, Aids”. Ma per verificare al meglio la condizione di salute sono consigliabili gli esami generali del sangue: emocromo (globuli rossi e bianchi), sideremia (ferro plasmatico), glicemia, transaminasi (enzimi di funzionalità epatica), colesterolo, trigliceridi.

Preoccuparsi della propria bellezza
Si parte dal taglio e dal colore dei capelli. Le tinture, infatti, a meno che non si tratti di prodotti ad esclusiva composizione vegetale come l’henné, sono controindicate in gravidanza (soprattutto nel primo trimestre), in quanto spesso contengono sostanze acide. “Le regole per essere belle – continua la Graziottin – sono poche ma importanti: mangiare cibi che contengono vitamina C, tenere su il tono muscolare facendo movimento, seguire un’alimentazione corretta per ingrassare in maniera graduale ed evitare le smagliature e infine assumere molto calcio e ferro per rinforzare le ossa”.
Un accorgimento da utilizzare durante l’estate, ma anche negli altri periodi dell’anno, è preoccuparsi della propria pelle, sia del volto sia del corpo. Un’epidermide morbida, ricca di acqua, ha maggiori capacità di adattamento, perché è più flessibile. Da qui l’importanza di averne cura fin dai primissimi mesi di gravidanza, applicando quotidianamente una crema ad azione idratante ed elasticizzante. E i massaggi? “È un trattamento consigliabile durante la gestazione – spiega l’esperta – ma non sul ventre. Se per le gambe è molto utile perché aumenta la circolazione, per la pancia non lo è perché sollecita movimenti”.

Il sole e la gravidanza
L’esposizione è consigliata solo la mattina molto presto e il pomeriggio dopo le 16.00. “Queste precauzioni – aggiunge la Graziottin – consentono a una futura mamma di evitare capillari, vene varicose e gambe gonfie.
Inoltre un cappello molto ampio ripara la pelle dal sole, ostacolando la formazione del cloasma gravidico, ovvero quelle alterazioni pigmentarie della cute sotto forma di chiazze brunastre, localizzate principalmente sulla fronte, sul naso, sul labbro superiore e sugli zigomi”. Infine, molto sonno non guasta mai, una mamma riposata è pronta ad affrontare il momento del parto con più serenità.

L’alimentazione
“Altro capitolo è l’alimentazione – continua l’esperta – evitare lievitati e gli zuccheri. I primi in particolare perché tendono a favorire la candida durante la gestazione, disturbo difficilmente risolvibile in gravidanza perché non si possono assumere antimicotici. Quindi attenzione a ciò che si mangia e a quanti chili si mettono su”. Una donna normopeso deve ingrassare un chilo al mese per il primo trimestre, un chilo e 200 grammi ogni trenta giorni per il secondo e, infine, un chilo e mezzo per gli ultimi tre mesi. In pratica a seconda dell’altezza una mamma deve prendere da 10 a 12 chilogrammi massimo. Per una dieta equilibrata è bene mangiare al mattino latte e cereali, uno spuntino a base di frutta con una dose di acido folico (ferro), a pranzo proteine e cena carboidrati, il cui assorbimento è più lento quindi si garantisce al bambino l’alimentazione anche durante le ore notturne. “Ogni futura mamma – continua la Graziottin – deve ricordare sempre che durante la gravidanza sono essenziali un’adeguata introduzione di ferro, per prevenire o ridurre il rischio di anemie, e di magnesio. Oggi il ginecologo tende a prescrivere un’integrazione multivitaminica, studiata per la gravidanza, così da garantire alla donna l’assunzione quotidiana di oligoelementi e vitamine essenziali al suo benessere e a quello del bambino”.

Lo sport
“Benissimo il nuoto fino all’ultimo giorno della gravidanza – conclude la Graziottin – ma anche yoga, pilates senza attrezzi, lo stretching e, infine, il nordic walking. Una disciplina che consiste in una camminata con delle racchette, simili a quelle da sci. In pratica si muovono tutte le articolazioni senza particolari traumi e scossoni per il bambino”. E poi soprattutto durante l’estate la futura mamma può dedicarsi alle passeggiate, che fanno bene alla mente e al corpo..

Fonte: KataWeb Salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *