Mastite


La mastite (o mastadenite) è un’infiammazione della mammella molto comune nelle donne che allattano. I batteri penetrano nella mammella attraverso le ragadi e vanno ad infettare o le piccolissime ghiandole intorno al capezzolo (tubercoli di Montgomery), o i dotti galattofori. Si creano dei piccoli noduli, in genere pieni di pus, o dei rigonfiamenti che vanno a bloccare i dotti. Uno dei primi sintomi, oltre all’ipersensibilità e dolenzia del seno, è la febbre. Per prevenire tale infiammazione è opportuno svuotare ad ogni poppata la mammella, aiutandosi anche con una pressione sulla stessa o con impacchi d’acqua calda, e curare molto l’igiene, pulendo e disinfettando il seno prima e dopo ogni poppata. Se la mastite viene curata al suo stadio iniziale non si corre il rischio di arrivare all’ascesso della mammella, per il quale può essere necessario interrompere l’allattamento, effettuare una cura a base d’antibiotici ed un’incisione con un intervento chirurgico in anestesia. E’ anche detta mastadenite.