Secondo mese di gravidanza


E’ ora di fare la prima visita

Dovrebbe essere fatta tra la sesta e l’ottava settimana. Prima della sesta settimana non è possibile identificare con un’ecografia la presenza di una gravidanza e sentire un battito cardiaco fetale. Più tardi dell’ottava settimana, invece, potrebbero avanzare alcune situazioni a rischio, come la gravidanza extrauterina. Non aspettare troppo per fare la prima visita, affinchè tu possa avere tutte le informazioni sulla diagnosi prenatale e abbia il tempo di discuterne con il tuo compagno. Inoltre, è opportuno fare all’inizio della gravidanza determinati esami del sangue per verificare eventuali situazioni a rischio.

 

Che cosa succede durante la prima visita?

Il ginecologo dovrà ricostruire la tua anamnesi (storia clinica), prescrivere gli esami del sangue e delle urine, verificare quando è stato fatto il Pap test, effettuare la visita ginecologica e fare l’ecografia.

  • L’anamnesi serve per evidenziare le patologie materne, che possono pregiudicare l’andamento della gravidanza e le patologie di ordine genetico-familiare che possono essere trasmesse al bambino, nonostante entrambi i genitori siano sani.
  • Gli esami del sangue si fanno per escludere alcune patologie infettive trasmissibili come toxoplasma, rosolia, citomegalovirus, sifilide, hiv. Gli altri esami, invece, servono per avere un quadro delle tue funzioni principali e per escludere la presenza di anemia, diabete e altre patologie.
  • L’esame delle urine che dovrà essere ripetuto mensilmente, serve per rilevare la preeclampsia, così come la presenza di batteri nelle urine, considerata un fattore di rischio per un parto pretermine.
  • Il Pap test serve per controllare la “salute” del collo dell’utero e verificare la presenza di alcuni germi patogeni.
  • L’ecografia si fa per essere sicuri della presenza del feto nell’utero e del battito cardiaco fetale.
  • La visita ginecologica serve per mettere in luce patologie genitali con conseguenze sulla gravidanza.
  •  

    Sintomi più comuni in questo periodo

    • Stimolo di urinare con frequenza.
    • Senzazione di secchezza al mattino.
    • Maggiore stanchezza e spossatezza.
    • Nausea e vomito.
    • Variazione d’umore e di appetito.

     

    Consigli pratici

  • Il controllo dal dentista: In questo periodo l’igiene orale e la salute della bocca vanno curate con più attenzione visto che l’aumento degli ormoni provoca una maggiore irrorazione delle gengive.
  • Cambiamenti d’umore, come affrontarli: Anche l’umore risente dei cambiamenti ormonali: è normale sentirsi più instabili e ansiosi. Gli sbalzi d’umore e le paure sono un fenomeno comune soprattutto nel primo trimestre. Non vergognarti di questa situazione di fragilità emotiva e non tenerti tutto dentro! Parlane liberamente con qualcuno e impara ad accettarla senza fartene una colpa e senza darle eccessiva importanza, considerandola al pari degli altri disturbi della gravidanza.
  •  

    BEBE’ “IN COSTRUZIONE” – COSA SUCCEDE DENTRO DI TE

  • 5^ Settimana (durante la quinta settimana): A circa 35 giorni l’embrione misura 8 millimetri. Si nota un abbozzo degli arti superiori e inferiori. Nell’embrione cominciano a formarsi il cuore (iniziano le prime pulsazioni cardiache) e le prime strutture cerebrali. Si determina il colore degli occhi e si formano i canali uditivi. il cordone ombelicale è completo.
  • 6^ Settimana (durante la sesta settimana): L’embrione, che misura 13 millimetri, galleggia nel liquido amniotico. Si sviluppano cartilagine e ossa, appaiono testicoli o ovaie. Si notano i primi movimenti, troppo lievi però perchè tu li possa percepire.
  • 7^ Settimana (durante la settima settimana): E’ lungo circa due centimetri e pesa due grammi. il viso si arrotonda e assume un aspetto più umano. Alla fine della settima settimana ha inizio l’ossificazione dello scheletro.
  • 8^ Settimana (durante l’ottava settimana): Gli occhi si spostano al centro della faccia e così comincia ad essere riconoscibile come un essere umano, nonostante la sua testa costituisca metà corpo. Si formano le prime papille gustative.