Sofferenza fetale


Un ridotto afflusso di sangue attraverso la placenta e quindi un inadeguato apporto d’ossigeno al bambino, sono le cause di una sofferenza fetale che necessita di un parto immediato, anche con parto cesareo. Si parla di sofferenza fetale quando il feto mostra segni di ipossia (evidenziati durante il monitoraggio nella fase di travaglio) o se compaiono tracce di meconio nel liquido amniotico durante la rottura delle acque.